Omaggio al Caba

Exhibition dedicated to Alberto Cavallini,  who past away 12 months ago.
The work has been made by thirty potter, collegues, and friends who have all made a individual piece of ceramics in the memory of Alberto Cavallini.

Alberto and me
In occasione della 26° edizione di Mercantia (17-21 luglio 2013) si terrà a Palazzo Giannozzi la Mostra Espositiva OMAGGIO AL CABA a cura dell’ Associazione Arte della Ceramica.
Tema comune la creazione di un’opera a ricordo di Alberto Cavallini detto il Caba.
Cavallini, scomparso recentemente, è stato un poliedrico artista della ceramica nonché socio dalla prima ora di Arte della Ceramica.
Il progetto Direzioni Contemporanee si colloca nella realtà della ceramica contemporanea attuale.

Non c’è bisogno di illustrare a chi ha conosciuto Alberto Cavallini loro la sua bontà, la generosità, la passione e il carisma.
Ho incontrato Alberto il primo anno del mio trasferimento in Italia; era venuto a vedere la costruzione di un forno di carta alla scuola di ceramica La Meridiana. Da quell’incontro una piccola scintilla accese la fiamma di un fuoco che si sarebbe propagato in lungo e in largo in Italia, Francia, Inghilterra e oltre.

L’eredità lasciataci da Alberto è immensa; è una rete di persone molto diverse fra loro, i cui destini non si sarebbero mai incrociati se non fosse stato per la “Caba connection”.
La sua passione e il suo entusiasmo erano rivolti ai giovani e al futuro. Lavorò intensamente con le scuole e con i giovani singolarmente, trasmettendo a tutti e a ognuno gioia ed entusiasmo per la sua arte.
I miei giorni non erano mai completi senza una telefonata o una chiacchierata a fine giornata per discutere il progetto successivo con l’uomo che chiamavo Boss. Un anno dopo sogno ancora quella folata di energia e ricordo tutte le volte che bevevamo un bicchiere di vino assieme.

Prometto, quindi, a tutti coloro che non hanno mai conosciuto Alberto Cavallini che nei prossimi anni verranno a sapere tante cose di questo grande uomo.
La sua espressione “ascolta me”, pronunciata così tante volte, annunciava sempre parole di grande saggezza e noi lo sapevamo e, in qualche modo, ci portavano avanti.
Si batté per ogni progetto, per ogni forno come se fosse l’ultimo e per quanto sapesse, da anni, che il suo tempo era limitato la sua energia continuava a crescere. Forse potremmo tutti imparare da questo e trasformare ogni giorno nella più grande opportunità.
“Della cultura si mangia” e noi abbiamo il futuro nelle nostre mani; non dovremmo perderlo o farcelo portar via.
Quest’anno ad Alberto, socio per molti anni dell’Associazione Arte della Ceramica, abbiamo dedicato la nostra mostra annuale alla memoria.
La forza e la passione che hanno toccato tutti noi in tanti modi diversi continueranno ad ardere.
Grazie Alberto.
Terry

Leave a reply

Your email address will not be published.